top of page

Broker ECN vs Market Maker:
vantaggi e svantaggi per il trading

Broker ECN nel forex: conviene fare trading utilizzando un broker Forex ECN o è meglio utilizzare un broker forex Market Maker? Andiamo ad elencare vantaggi e svantaggi dei broker ECN, cercando di capire che cosa è un broker ECN, come funziona, e alla fine, se conviene scegliere un broker ECN rispetto ad un broker Market Maker per fare trading sul mercato del forex. Dopotutto, la scelta del broker forex è un passo fondamentale per ogni trader.

Schermata 2021-06-14 alle 19.40.29.png

Partiamo quindi dalle rispettive definizioni di broker ECN e di broker Market Maker per quanto riguarda il mercato del forex. I trader privati infatti hanno accesso a broker forex che si suddividono in queste due differenti categorie.

  • Un broker ECN (Electronic Communication Network) è un broker che fornisce ai propri clienti accesso diretto al mercato del forex tramite un network composto da altri broker ECN, ma anche broker Market Maker, così come banche e investitori istituzionali.

  • Un broker Market Maker (spesso abbreviato in MM) è un broker che, come dice il nome stesso, “fa il mercato” lui stesso per i suoi clienti. Ciò significa che il broker va a creare una sorta di “mercato parallelo” a quello reale, nel quale i trader possono comprare e vendere (e dove il Market Maker prende sempre la posizione opposta delle operazioni: ovvero, se un trader vende, il Market Maker deve comprare dal trader; se il trader vuole comprare, il Market Maker deve vendere).

Schermata 2021-06-14 alle 19_edited.png

Questi due tipi di broker sono molto differenti tra loro e hanno vantaggi così come svantaggi. Tra un broker ECN ed un broker Market Maker cambiano anche i relativi costi e commissioni per le singole operazioni nel mercato forex.

Come funziona un broker ECN

Come abbiamo appena detto, un broker ECN non fa altro che “connettere” gli ordini dei propri clienti a quelli del mercato del forex, in un network dove partecipano altri broker, sia ECN che Market Maker, così come banche e investitori istituzionali. Il più grosso vantaggio di un broker ECN è che i prezzi bid/ask riportati per ogni coppia di valute sono quelli migliori presi dall’intero network a cui è connesso il broker ECN. Ciò significa che lo spread offerto da un broker ECN è sicuramente più basso di quello offerto da un Market Maker.

Anzi, in certe fasi di mercato ad alta volatilità e con coppie di valute molto liquide (come EUR/USD, GBP/USD, USD/JPY), può anche capitare che lo spread risulti assente. Per questo motivo, il tipo di spread offerto da un broker ECN è di tipo variabile e non fisso. Quindi il broker ECN per guadagnare è costretto ad applicare una commissione per l’apertura di ogni singola operazione dei trader.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un broker forex ECN quindi non fa altro che connettere gli ordini dei propri clienti agli ordini immessi nel network da altri broker (provenienti quindi da altri trader). Per tal motivo, i broker ECN non applicano manipolazione dei prezzi  e non possono fare trading contro i propri clienti (ovvero non sono costretti ad aprire posizioni nel verso opposto a quello dei propri clienti, come invece devono fare i Market Maker). Con i broker ECN quindi è praticamente assente il rischio di “conflitto di interessi” tra il broker ed i trader.

Inoltre, i broker ECN permettono anche di fare trading after hours, facilitando quindi gli scambi per quei trader che non possono operare durante le normali ore di mercato. Un altro vantaggio dei broker ECN è che gli ordini vengono immessi nel mercato in maniera anonima: nessuno può quindi risalire al vostro ordine di acquisto o vendita (quindi è garantito un ottimo livello di privacy).

D’altro canto però, i broker ECN possono richiedere un capitale maggiore come deposito minimo per iniziare a fare trading forex, anche se ciò dipende da broker a broker. E non bisogna scordarsi che l’unico compito del broker ECN è quello di eseguire l’ordine del trader al miglior prezzo di mercato. Ciò significa che se tutti stanno vendendo un determinato asset, e in pochi lo stanno comprando, è possibile che gli ordini di vendita di alcuni trader non vengano eseguiti immediatamente. O come minimo, non al prezzo voluto dal trader. Per tal motivo, un vero broker ECN non può offrire stop loss garantiti: dipende tutto se vi è qualcuno dall’altra parte del mercato che ha piazzato un ordine opposto a quello piazzato da noi.

Vantaggi di un broker ECN

Vediamo quindi di ricapitolare quali sono i vantaggi che un trader ottiene quando decide di fare trading utilizzando un broker ECN anziché un broker Market Maker.

  • Spread ridotti o assenti: come abbiamo spiegato, i broker ECN si occupano solamente di connettere gli ordini del trader al mercato del forex, cercando di eseguire gli ordini al miglior prezzo offerto dal mercato. Con coppie di valute ad alta liquidità (come EUR/USD o GBP/USD o USD/JPY) è anche possibile non dover nemmeno pagare lo spread, poiché assente.

  • Accesso diretto al mercato forex: Ciò si traduce in rischio di conflitto di interessi assente. Il broker ECN non deve aprire operazioni opposte a quelle aperte dai propri clienti, e quindi non ha motivo di manipolare i prezzi offerti ai propri clienti, poiché sono quelli provenienti dal mercato.

  • Velocità di esecuzione ordini: Con i broker ECN l’esecuzione di un ordine è praticamente immediata, dato che si tratta di un network in cui vengono connessi gli ordini immessi da broker, banche e trader.

  • Scalping consentito: I broker ECN non impongono restrizioni per quanto riguarda lo scalping, quindi i trader che attuano questo tipo di trading non avranno problemi (anche perché non avvengono manipolazioni di prezzo e gli spread sono minimi se non assenti).

  • Privacy garantita: I broker ECN possono garantire un alto livello di privacy ai loro clienti, sicuramente superiore a quello dei Market Makers.

  • Possibilità di fare trading After Hours: Grazie al network dei broker ECN è possibile anche fare trading dopo l’orario di chiusura dei mercati.

 

Svantaggi di un broker ECN

Una volta visti i vantaggi del trading con un broker ECN, andiamo invece a vedere quali sono gli svantaggi e relativi rischi in cui incorrono i trader che decidono di fare trading forex con un broker ECN.

  • Commissioni: Un broker ECN deve applicare delle commissioni per l’apertura di ogni singola operazione da parte dei trader, dato che lo spread è davvero minimo se non assente.

  • Capitale minimo richiesto elevato: Di solito per aprire un account di trading forex con un broker ECN serve una somma maggiore rispetto a quella necessaria per aprire un account di trading con un broker Market Maker, considerando che il lotto minimo offerto è pari 0.1 (quindi 10.000 unità).

  • Leve offerte più basse: I broker ECN offrono leve finanziarie più basse rispetto ai broker Market Maker. Altro motivo per cui è necessario avere un capitale superiore per iniziare a fare trading forex con un broker ECN.

  • Complessità maggiore: Fare trading con un broker ECN non è così facile come può sembrare a prima vista. Anche la stessa piattaforma di trading spesso non è adatta a trader inesperti, dato che ha molte funzionalità avanzate ed un look sicuramente più professionale che user-friendly.

  • Rischio e stop loss non garantiti: Come avete ben capito, il broker ECN non fa altro che connettere i nostri ordini ad altri ordini presenti sul network a cui partecipano altri broker, banche e investitori istituzionali. Ciò significa che se non c’è nessuno nel mercato pronto a comprare (per esempio) al nostro prezzo, il nostro ordine verrà eseguito al prossimo prezzo migliore. Questa attesa può ovviamente generare delle perdite o limitare i profitti. Uno scenario del genere può avvenire solamente nel momento che non vi è una controparte pronta a corrispondere il nostro ordine: è un evento raro, ma non impossibile.

 

 

Come potete notare è presente quindi un conflitto di interessi: i guadagni del broker derivano anche dalle perdite dei propri clienti. Ecco perché possono accadere episodi di riquotazione, oppure durante certe fasi ad alta volatilità gli spread possono essere aumentati per limitare i guadagni dei trader. I lati positivi invece sono il basso capitale richiesto per iniziare (spesso si parla di cifre intorno ai €100 o €200) e la possibilità di utilizzare piattaforme di trading costruite per essere di facile utilizzo, anche per chi non ha mai fatto trading prima d’ora.

Ovviamente, ciò non significa che i broker Market Maker sono disonesti e puntano solo a truffare i propri clienti: se così fosse, questi broker avrebbero chiuso i battenti già da un pezzo! Bisogna però essere coscienti di come il broker Market Maker porta “a casa” i propri guadagni: ovvero anche dalle vostre perdite. Considerate che la stragrande maggioranza dei broker forex sono proprio broker Market Maker, e ci sono milioni e milioni di trader che li utilizzano senza avere nessun problema.

Inoltre, ricordiamoci che molti broker Market Maker forniscono spesso piattaforme di trading adatte anche ai trader meno esperti e a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo del trading online. Si tratta di piattaforme di trading facili da utilizzare, dotate anche della possibilità di usufruire di un account demo. Per account demo intendiamo un account grazie al quale è possibile fare trading online senza rischiare il proprio capitale, ma utilizzando del denaro virtuale: un ottimo modo per fare pratica in completa sicurezza.

Schermata 2021-06-14 alle 19.55.37.png
Schermata 2021-06-14 alle 20.09.12.png
Schermata 2021-06-14 alle 20.11.55.png
bottom of page